Contenuto principale


Stamattina mi sono alzato con un grosso timore, quello di rivivere la Brexit elevata al cubo. Ieri sera son riuscito a stare sveglio solo fino a mezzanotte. E sembrava (come a giugno) che le cose avessero preso una piega non buona ma passabile.

E invece ci è toccata questa seconda "frustata" nel 2016, uno schiaffo dritto in faccia, in pieno viso. Certo non è che con la vittoria della Clinton le cose sarebbero state "rosa e fiori", anzi ... ma ora siamo messi veramente male. Il 45° Presidente USA è soprannominato il Tycoon, per ironia della sorte il termine è un titolo di rispetto di derivazione giapponese e suona così : Taikun (大君), in realtà il soggetto sembra avere pochissimo rispetto per tutti (moglie e figlia comprese).  Immagino che alcuni dei suoi illustri predecessori si stiano letteralmente rivoltando nella tomba al pensiero di essere accostati a questo individuo. Ma ce li vedete un George Washington un Abraham Lincoln o un Franklin Delano Roosevelt a posare in una ideale foto di gruppo col nostro "caro" Donald?  Mi vengono i brividi solo a pensarci! Molti diranno che è il bello e il brutto della democrazia. Il famoso "voto di protesta" che ormai va così di moda. Vogliamo cacciare David Cameron? Votiamo per la Brexit ... "chissenefrega" se poi i nostri figli e nipoti magari tra qualche decennio ci malediranno in diverse lingue (tranne l'inglese che in Europa tra poco verrà messa in soffitta). Vogliamo vendicarci del PD e e protestare contro "mafia capitale"? Votiamo una sconosciuta ed oscura aspirante avvocatessa romana, e "chissenefrega" se tra qualche mese Roma starà messa ancora peggio di prima. Vogliamo fare un dispetto a Renzi e votare NO al referendum? Ovviamente senza discutere del merito "chissenefrega" del merito della questione ... TUTTI A CASAAAA .... ONESTAAAAAA ....  Lo so bene è facile la profezia sulle masse italiane (o "italiote") che si sfogheranno contro Renzi il 4 dicembre, ma ormai ho capito l'antifona, non si vota "pensando" e scegliendo per il bene di qualcuno si vota CONTRO ... APPRESCINDERE ...

Come ha detto Grillo, un comico che si crede un politico, il voto degli americani è stato un grande "vaffanculo" al sistema. Caro Grillo il DONALD è IL SISTEMA ... studia prima di sparare idiozie a caso sul tuo Blog. Hai una responsabilità, ti leggono in tanti, mettiti una mano sulla coscienza (se ne hai una). Rispetto al Donald le varie Virginie e le miserie europee dello 0,1 o 0,2 paiono bazzecole e pinzillacchere. I politici Italiani ed europei non hanno valigette con i codici di lancio di testate nucleari multiple ... Donald invece li avrà dal mese di gennaio del 2017. Non lo ha detto solo Obama, ovviamente, ma anche autorevoli politici Repubblicani. Non era una frase ad effetto da buttare lí durante una campagna elettorale. Come se non ci fossero abbastanza persone poco equilibrate in giro per il mondo pronte a premere quei bottoni? Avevamo bisogno di un "bulletto" anche noi in Occidente che facesse parlare di sé sui giornali, si sentiva così tanto la mancanza di R. Regan, forse, e delle sue mai dimenticate "guerre stellari"? Ecco stamattina, mentre andavo al lavoro pensavo proprio a questo. Perché spesso le persone sono così autolesioniste da dare a personaggi di questo calibro così tanto potere? Abbiamo avuto pochi esempi in passato di persone che invece del dito si sono presi e tenuti il braccio per decenni o ventenni? Non ci sono bastati  personaggi del calibro di Hitler, Mussolini o Stalin? Cosa rende le persone così cieche o superficiali? E mi è venuto in mente LUI. Uno dei miei autori preferiti del Liceo. La mia tesina all'esame di maturità nel 1976 si intitolava "Psicologia di massa del fascismo" (il libro omonimo scritto da W. Reich, per chi lo volesse leggere, si trova QUI in formato PDF). Uno dei motivi per cui mi sono iscritto a Psicologia nel 1976 è stata la lettura di questo e di altri libri di Wilhelm Reich. Oltre a testi come "L'interpretazione dei Sogni" o "Totem e tabù" di Sigmund Freud. Letture illuminanti per un ragazzo del Liceo che voleva ostinatamente capire il perché di certi comportamenti "irrazionali" e "ripetuti" nel corso della storia umana. Per non dilungarmi troppo citerò una frase presa da quel testo, che malgrado sia stata scritta bel 1933, quasi un secolo fa, è ancora incredibilmente attuale. 

“Il fascismo, nella sua forma più pura, è la somma di tutte le reazioni irrazionali del carattere umano medio. Il sociologo ottuso, a cui manca il coraggio di riconoscere il ruolo predominante della irrazionalità nella storia dell’umanità, considera la teoria fascista della razza soltanto un interesse imperialistico, per dirla con parole più blande, un “pregiudizio”. Lo stesso dicasi per il politico irresponsabile e retorico. L’intensità e la vasta diffusione di questi “pregiudizi razziali” sono la prova che essi affondano le loro radici nella parte irrazionale del carattere umano. La teoria della razza non è una creazione del fascismo. Al contrario: il fascismo è una creazione dell’odio razziale e la sua espressione politicamente organizzata. Di conseguenza esiste un fascismo tedesco, italiano, spagnolo, anglosassone….L’ideologia razziale è una tipica espressione caratteriale biopatica dell’uomo orgasticamente impotente.”

Ecco forse queste parole ed altre di Reich possono aiutarci a comprendere quello che altrimenti sarebbe incomprensibile. E sono state pubblicate nel 1933 prima che il mondo conoscesse la barbarie nazista ed i campi di concentramento. Reich scriveva nel 1932 questi testi pubblicati l'anno seguente e Dachau non era ancora stato aperto. Un testo profetico ed un monito per il futuro. Certo il povero Donald probabilmente non è paragonabile con personaggi di questo calibro (almeno lo speriamo tutti) ma certamente è espressione di un sentimento che alberga dentro ciascuno di noi. Tempo fa degli studenti si chiedevano e chiedevano ad un loro insegnante come fosse stato possibile che in Germania fosse nato e cresciuto il nazismo. Non lo comprendevano affatto e fu così che il loro insegnate propose di dar vita ad un piccolo esperimento. La storia, se non la conoscete già,  la potete vedere nel film "L'onda". Lo consiglio a tutti colleghi, amici e studenti. A mio avviso è decisamente istruttivo. 

Oggi è il 27° anniversario della Caduta del Muro di Berlino, purtroppo i muri non si abbattono più anzi vengono eretti in varie parti d'Europa e forse, tra poco, anche negli USA. E' molto triste che questo accada ancora, sembra che non abbiamo imparato nulla dalla storia.

Malgrado tutto, comunque, quando penso al "non senso" di molte scelte fatte dagli uomini di ogni epoca e di ogni paese mi aiuta molto leggere e rileggere la dedica che Wilhelm Reich ha scritto subito sotto il titolo del suo libro migliore. La porto sempre con me e l'ho fatta persino incidere sul mio IPAD ;-) 

 

"L'amore, il lavoro e la conoscenza sono le fonti della nostra vita.

Dovrebbero anche governarla."

 

 

Alberto